Foto-racconto del “Consultorio in piazza” 8 novembre, Firenze, piazza dei Ciompi.

P1060201 P1060176

Eravamo in tante, oggi, in piazza: Anna, Raffaella, Lu,  Sabina, Stefania,  Annamaria, Lea, Francesca, Luisa, Maria Celeste,  Agnese,  Carla, Chiara e  ancora Chiara, Fiorella, Rozana, Angela, Donella, Elena, e poi tante altre, Mirella, Lilian e anche Claudio, che per fortuna non ha resistito a tirare fuori la sua bella macchina fotografica, e qualche altro  … e poi c’erano i bimbi, e la grande di Francesca e anche la mamma di Chiara.

E’ stato un bel momento, un incontro di donne e un incontro di provenienze.

P1060169 P1060214

P1060237 P1060195

P1060210 P1060205

Abbiamo creato un percorso di avvicinamento con delle orme di carta colorata sulle quali ci sono le parole chiave del nostro progetto.

P1060182 P1060185
Sono tante le parole per noi importanti, le abbiamo scritte nel volantino e nel pieghevole che abbiamo distribuito. Ognuna di queste apre un percorso ampio di riflessione e di lavoro: corpo, sessualità, piacere, orgasmo, autodeterminazione, libertà di scelta, contraccezione, aborto, prevenzione, salute, informazione.

P1060170 P1060172P1060174 P1060186

Abbiamo teso dei fili e su questi abbiamo appeso i nostri  cartelli.

P1060179 P1060203

Alcuni cartelli erano sciupati, così abbiamo velocemente preparato qualcosa di nuovoP1060207 P1060226

una aiutante e un aiutante giovanissimi  si sono occupati della parte artistica

P1060198 P1060241

Finito di allestire lo spazio, con un cavalletto, qualche sedia e con il nostro pieghevole, orgoglioso frutto di un lavoro condiviso tra tante di noi,  abbiamo iniziato a aprire il dialogo con i passanti e con le passanti, pronte anche a raccogliere suggerimenti e dubbi.

P1060167 P1060196

Si parte! Iniziamo a fermare qualcun* e a parlare con chi si avvicina. E’ sabato e la strada che abbiamo scelto porta verso il quadrilatero romano, il centro storico e anche il centro dello shopping fiorentino.

P1060190 P1060204

Qualcuna si ferma incuriosita, qualcuno legge le scritte sulle orme …

P1060206 P1060199P1060191 P1060223

Si raccolgono le prime testimonianze  …

“Io ci sono stata al consultorio, ma non mi sono trovata bene. Erano in tre, davanti a me, mi hanno intimidito e erano frettolose, non mi sono sentita accolta bene. C’era anche una mia amica che aveva problemi di peso. Le hanno chiesto quanto pesi tu? lei non lo sapeva … l’hanno trattata male … come non lo sai? le hanno detto, è importante! Lei si è sentita molto a disagio e non ci è più tornata”.
Certo, a volte si incontra qualcun* poco simpatic*.

“Si sarà che hanno  tanto da lavorare, ma certo io ora sono grande, ma una ragazzina di 14 anni, se la trattano così,  non ci ritorna più.”

“Comunque è importante usufruire di questa possibilità. Ormai ce ne sono rimasti pochi, e alla fine se no, li chiudono”.

Si prende qualche volantino nuovo e si riparte ..

.P1060236 P1060235

qualcuna si riposa, qualcuna continua a giocare con i piedoni

P1060242 P1060171

C’è chi continua a disegnare … e anche chi prima stava in disparte si avvicina.

P1060224 P1060244

Si continua a dialogare

P1060212 P1060231

“Secondo me la madri devono parlare con i figli. Negli anni ’50 le ragazze si spaventavano quando arrivavano loro  le mestruazioni, non sapevano nulla, ma anche adesso è importante farlo.”

“Io ho scoperto che mia madre non aveva parlato con me per riservatezza. Poi abbiamo iniziato a parlare e abbiamo scoperto di avere molte cose in comune, più di quelle che pensavamo.”

Avete mai fatto educazione sessuale a scuola? “No, figuriamoci, non se ne parlava proprio.” “Io alle medie ho fatto un incontro sull’AIDS.”  Dove avete studiato? “Liceo Classico di Firenze”. “Io a San Casciano”. Quanti anni avete? “22” “23”.

“Io sono andata alla guardia medica con il mio ragazzo un’ora dopo il rapporto non protetto. Il medico era infastidito “perché mi avete svegliato???, non sapete che avete 72 ore di tempo? potevate andare domattina!” Io ho risposto che sapevo che era bene andare il prima possibile. Poi il medico  ha iniziato a protestare dicendo che io non ero di zona e che avrei dovuto andare da un’altra parte. Ho risposto che il mio ragazzo era di zona! Alla fine me l’ha data, ma è stata dura.”
Forse era un obiettore o forse era solo un po’ stronzo.

P1060220  Claudio prende la macchina fotografica e regala qualche scatto di qualità, grazie:

10306626_10205371230304788_2867128273193119675_n 10390393_10205371243985130_3395270984123868277_n

10687089_10205371242225086_8146471357826782995_n 10689426_10205371225384665_7608742463854110192_n

e si continua … alla prossima!

 

Questi sono i materiali che abbiamo distribuito:
volantino CIP 8novembre

brochure consultorio8NOV-page-001 brochure consultorio8NOV-page-002

Su radiocora.it potete ascoltare la seconda puntata di “Tabula rasa. Donne liberamente in onda” dove si parla del nostro Consultorio in piazza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...