Manifestazioni in tutto il mondo davanti alle ambasciate irlandesi. Never again: perché la morte di Savita non sia invano.

Una giornata di commemorazione e di protesta. A due anni dalla morte di Savita, in Irlanda si pretende la modifica della Costituzione, che vieta l’aborto, e una legislazione adeguata.

womenareurope

1467333_865622450124358_6176670344206234014_n

Questa giornata segnerà il secondo anniversario della morte di Savita Halappanavar morta di setticemia in Irlanda nel 2012 perché le hanno negato un’interruzione di gravidanza alla 17esima settimana, spiegandole che «questo è un paese cattolico». A partire dalle 12 ci saranno proteste davanti alle ambasciate e Consolati irlandesi di tutto il mondo in supporto al referendum per abrogare l’8 ° emendamento (divieto costituzionale di aborto in Irlanda).
A Dublino e Galway e Berlino la sera ci saranno veglie di commemorazione.
Le proteste seguite alla morte di Savita hanno portato all’introduzione della possibilità di aborto in caso di rischio per la vita ma le norme introdotte non sono sufficienti: questa estate infatti una giovane donna di 18 anni, rimasta incinta a seguito di uno stupro, è stata spinta (contro la sua volontà) a far nascere il bambino con un taglio cesareo a 25 settimane di gravidanza.
Il nuovo grave episodio

View original post 186 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...