Famiglie “tradizionali” minacciate dai diritti LGBT: ma di cosa hanno davvero paura?

La Regione Lombardia e  la  “Festa per la famiglia tradizionale” (e la richiesta di non applicare le linee guida dell’OMS …
…  il   Comune di Verona e l’ Ordine del Giorno su   “famiglia, educazione e libertà di  espressione” (che vuole controllare insegnanti, libri, progetti educativi e media)

Ex UAGDC

Mentre alla Regione Lombardia non conoscono la parola “Inclusione”, vogliono istituire una “Festa per la famiglia tradizionale” e chiedono espressamente alle istituzioni competenti di non applicare i Documenti dell’OMS, al Comune di Verona, il Consiglio Comunale approva un Ordine del Giorno che, sbandierando la “libertà di espressione” e la “libertà di educazione dei genitori”, vorrebbe togliere la libertà di insegnamento agli insegnanti della scuola pubblica. E non solo. Al Comune di Verona sono diventati tutti in grado di leggere nel pensiero e hanno paura di un piccolo uovo alla ricerca della sua famiglia.

Andiamo con ordine, dal momento che potrebbe sembrarvi di avere le traveggole agli occhi.

Nell’ODG approvato il 23 luglio, i Consiglieri veronesi aprono il documento con una dichiarazione fantasiosissima che farebbe anche ridere, se non fosse che porta con sé conseguenze dannose.

Affermano essi: “L’art 29 della Costituzione italiana riconosce il “ruolo sociale della famiglia come società…

View original post 545 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...